RADDOPPIO FERROVIA CHIETI-PESCARA.

IL MINISTERO DELLA TRANSIZIONE ECOLOGICA CHIEDE INTEGRAZIONI A FERROVIE DELLO STATO. ASCOLTATE LE ESIGENZE DEL TERRITORIO.

Data di pubblicazione:
20 Dicembre 2021
RADDOPPIO FERROVIA CHIETI-PESCARA.

In una conferenza stampa convocata Sabato 18 u.s., il Sindaco Giorgio di Clemente, insieme con il Vice Sindaco e Assessore alle Opere Pubbliche Ezio Chiacchiaretta, alla presenza anche dell’ Assessore Simona Cinosi e del Presidente del Consiglio Comunale Alberto Cipollone, ha presentato la pronuncia del MI.TE rispetto all’annosa questione del raddoppio della Linea Ferroviaria Chieti-Pescara. Il Ministero ha infatti chiesto a Ferrovie dello Stato un’integrazione di documentazione, alla luce dei ricorsi e delle osservazioni presentati dall’Amministrazione Comunale e del Comitato dei cittadino “No Ferrovia, Si strada verde”,  presente alla conferenza con il presidente nonché attuale Assessore Comunale Paolo Cacciagrano.

“Una prima battaglia vinta”, commenta soddisfatto il Sindaco Giorgio Di Clemente, “che ci permette di tornare nuovamente ad un tavolo di consultazioni e di poter rinnovare le nostre perplessità su quanto proposto da Ferrovie dello Stato per il raddoppio della linea e la nascita di un sottopasso al centro della nostra città. Un impatto ambientale davvero difficile da accettare. Per questo siamo già a lavoro per ribadire la nostra posizione e le nostre possibili alternative per garantire il progresso da una parte ed i diritti dei cittadini dall’altra”.

“Abbiamo presentato due possibili alternative al sottopasso proposto”, prosegue il Vice Sindaco Ezio Chiacchiaretta, “ma fino ad oggi non sono state prese in considerazione. Speriamo che l’apertura del Ministero, dopo aver accolto il nostro ricorso, possa essere un primo passo verso la rivalutazione dell’opera prevista.”

In allegato l’articolo del IL CENTRO di oggi 20 dicembre dove si parla ampiamente della questione.

Allegati

Ultimo aggiornamento

Giovedi 06 Ottobre 2022