Il Comune di San Giovanni Teatino ha votato no al bilancio consuntivo Aca 2019

Ieri l’assemblea ordinaria, nel corso della quale è stato approvato il nuovo sistema tariffario

Data:
30 Luglio 2020
Immagine non trovata

Nel corso dell’Assemblea ordinaria ACA S.p.A., che si è svolta ieri, il Comune di San Giovanni Teatino, rappresentato dal Sindaco Luciano Marinucci, ha espresso voto sfavorevole all’approvazione del bilancio consuntivo 2019, che prevede ora un nuovo sistema tariffario comprendente il riconoscimento degli extra costi di morosità, oltre a una serie di ricalibrazioni in base alla natura del consumo (domestico, commerciale, industriale), al numero di componenti del nucleo familiare e altri parametri di classificazione dell’utenza e della qualità del servizio. In virtù dell’adeguamento tariffario sono previsti per le famiglie dei conguagli, con una percentuale di morosità degli utenti da rispalmare sulla tariffa stessa.

 

“Con l’approvazione di questo bilancio – dichiara il Sindaco Luciano Marinucci – l’8% di morosità degli utenti sarà rispalmato sulla tariffa dell’acqua, con l’applicazione di conguagli che andranno ulteriormente ad aggravare i costi a carico dei cittadini. Il mio voto contrario non è stato dettato da ragioni tecniche o contabili, ma da questioni sociali. In un periodo di emergenza come quello che stiamo attraversando, in cui moltissime famiglie hanno avuto e stanno tuttora riscontrando difficoltà persino a portare il piatto in tavola, non è possibile pensare a un adeguamento tariffario che faccia ricadere la morosità di alcuni su tutti. Pur comprendendo le ragioni di bilancio dell’ACA, il nostro Comune non può dirsi favorevole a questa misura. Non dopo aver messo in atto tutta una serie di iniziative che ci hanno portato a erogare 575 buoni spesa, a fornire aiuti per affitti, luce e gas, proprio per aiutare i cittadini a superare una serie di difficoltà materiali ed economiche nel pieno dell’emergenza Covid-19”.

Ultimo aggiornamento

Martedi 27 Ottobre 2020