Immagine non trovata

Prosegue l’azione di controllo e intervento sul territorio, da parte dell’Amministrazione Comunale di San Giovanni Teatino, per contrastare la presenza di cinghiali nelle adiacenze delle aree abitate, con grave danno delle colture e rischi per i residenti. Su segnalazione del Comune, infatti, la Polizia Provinciale ha attivato il piano di controllo cinghiali, come da DCR Regionale n.139/2019 e, nel corso dell'attività diretta dal Comandante della Polizia Provinciale Dott. Antonio Miri, con la collaborazione di selecacciatori del posto, nella serata del 17 giugno è stato abbattuto un esemplare di grossissima taglia.

 

“Sono molte le segnalazioni che ci arrivano da parte dei nostri concittadini – spiega il Sindaco Luciano Marinucci – sulla presenza di ungulati, anche di grosse dimensioni, nei pressi dei centri abitati. Ci siamo quindi attivati con gli organi preposti, per preservare i raccolti dagli attacchi dei cinghiali ed evitare il più possibile situazioni di pericolo”.

 

“Nel nostro territorio abbiamo ricevuto più volte segnalazioni sulla presenza di Cinghiali – dichiara il Vicesindaco e assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca Giorgio Di Clemente – e sono avvenuti vari abbattimenti. Nell'ultimo periodo, però, nella zona collinare di San Giovanni Teatino e Fontechiaro da Capo, la situazione è diventata insostenibile. Proseguiremo nell’azione di controllo per cercare di mettere in sicurezza il territorio. Anche perché, attirati dai cinghiali e dal clima che va modificandosi sempre di più, sono presenti anche altri animali potenzialmente pericolosi, come i lupi, già avvistati sul territorio alto e boschivo. Anche per loro ci siamo attivati con segnalazioni e monitoraggio della situazione”.

Ultimo aggiornamento

Martedi 08 Settembre 2020