Emergenza Covid-19, il Comune di San Giovanni Teatino definisce gli orari di apertura delle attività per la Fase 2

Il Primo Cittadino: “Oggi più che mai, necessario senso di responsabilità da parte di tutti”

Data:
18 Maggio 2020
Immagine non trovata

Questa mattina, nella Sala Giunta del Comune di San Giovanni Teatino, il C.O.C. si è riunito per stabilire i nuovi orari relativi alle aperture di attività commerciali, bar, ristoranti, pizzerie, acconciatori, estetiste e attività artigiane a partire da oggi, 18 maggio. Erano presenti il Sindaco Luciano Marinucci, il Vicesindaco Giorgio Di Clemente, il Comandante della Polizia Locale, Lorenzo di Pompo, e i rappresentanti della Croce Rossa e della Protezione Civile.

 

Al termine della riunione, è stata definita un’Ordinanza in base alla quale bar, pizzerie al taglio, gelaterie e pasticcerie potranno aprire tutti i giorni dalle ore 5 alle ore 24. Ristoranti, pizzerie, trattorie, birrerie, pub ed enoteche potranno aprire tutti i giorni dalle ore 7 all’1.00. Le attività commerciali al dettaglio potranno aprire tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 21. Acconciatori ed estetiste potranno aprire tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 21. Altre attività artigianali non ricomprese fra quelle indicate, potranno aprire tutti i giorni dalle ore 7 alle ore 21.

I centri commerciali potranno aprire anche la domenica. Confermata, inoltre, l’ordinanza per indossare le mascherine nei locali pubblici e all’aperto in presenza di più persone, con obbligo di utilizzare anche i guanti per l’accesso e la permanenza all’interno delle attività commerciali al dettaglio.

 

“Da oggi parte ufficialmente la Fase 2 – dichiara il Sindaco Luciano Marinucci – e chiediamo la collaborazione di tutti per osservare scrupolosamente le misure di contenimento del contagio. Nella Regione Abruzzo l’Istituto Superiore di Sanità ha riscontrato una probabilità intermedia/alta di aumento di trasmissione, quindi salutiamo questa ripartenza con la coscienza di dover tenere sempre alta l’allerta, per il bene di tutti. Proprio per questo abbiamo privilegiato il lavoro delle aziende, delle industrie e delle attività commerciali, ma abbiamo deciso di tenere ancora chiusi i parchi. Abbiamo la fortuna di poter godere di un territorio molto ampio per passeggiate e attività all’aperto e, quindi, riapriremo i parchi solo quando avremo maggiori certezze sull’andamento del contagio. È pronto, inoltre, un piano di ripartenza economica degli investimenti che il Comune ha messo sul tavolo, per programmare il rilancio 2020/2021, di cui daremo notizie a breve”.

 

 

 

Ultimo aggiornamento

Martedi 27 Ottobre 2020